lunedì 6 gennaio 2020

Cile: bruciata una chiesa frequentata dalla poloizia

2020/01/05


Una chiesa dedicata ai servizi religiosi della polizia cilena è stata bruciata venerdì a margine della prima manifestazione dell'anno in Cile per chiedere riforme sociali. Situata vicino a Plaza Italia a Santiago, l'epicentro della maggior parte delle proteste scoppiate in ottobre, la Chiesa di San Francisco de Borja è stata incendiata da manifestanti incappucciati. Grandi colonne di fumo erano visibili dal centro città. Costruita nel 1876, la chiesa è stata dedicata alla polizia per oltre 40 anni. I manifestanti hanno rimosso i mobili dall'interno dell'edificio e hanno dato fuoco a grandi barricate all'esterno. I manifestanti si sono scontrati violentemente con la polizia intorno alla chiesa. Da ottobre, durante  le proteste, sono morte  29 persone. Il 26 aprile si terrà un referendum per i cileni che decideranno se modificare o meno la loro Costituzione, eredità della dittatura di Augusto Pinochet (1973-1990). Un cambiamento alla Costituzione attuale è una delle richieste espresse durante le manifestazioni sociali che hanno scosso il paese.
Il rogo della chiesa
Dossier: America Latina Tag:  , 

Bruxelles: dimostrazione per Libano, Palestina, Ahmad Saadat e Georges Abdallah

2020/01/16 La rivolta del popolo libanese contro la corruzione e le politiche economiche che mirano a far pagare alla popolaz...